La porno star Gia Paige dice che 'Hot Girls Wanted' di Netflix l'ha messa in pericolo

La porno star Gia Paige dice che 'Hot Girls Wanted' di Netflix l'ha messa in pericolo

Presentato come 'un'esplorazione dell'intersezione tra sesso e tecnologia', Hot Girls Wanted: eccitato ha suscitato molto scalpore, ma non il tipo che i produttori avevano sperato.



La serie Netflix, come il suo predecessore di documentario del 2015Volevano ragazze calde, è stato sostenuto da punti vendita femministi come Raffineria 29 altrettanto franco, onesto e audace nella sua ambizione. Ma la controversia è arrivata dopo che le camgirl sono state brevemente presenti in un montaggio di Periscope lo hanno affermatoHGW: TOli aveva denunciati come prostitute senza il loro consenso. Inoltre, l'attrice adulta Gia Paige, che appariva nella serie, si è lamentata su Twitter del fatto che i produttori avevano promesso di tagliare un segmento in cui cercavano di convincerla a parlare della sua famiglia, cosa che la metteva 'a disagio', ma lo era alla fine lasciato lì.

https://twitter.com/GiaPaige/status/856210582667743234



Dopo giorni di prostitute e alleati che sfogavano le loro frustrazioni su Twitter, la storia è stata finalmente ripresa dai principali punti vendita. I produttori Jill Bauer e Ronna Gradus hanno risposto in a Varietà esclusivo, esprimendo poco rimorso e sostenendo che le loro azioni erano state legalmente giustificate.

E mentre ilVolevano ragazze caldeil franchising pretende di far luce sullo sfruttamento delle lavoratrici del sesso, i gruppi di difesa dei lavoratori del sesso si sono uniti alle voci dei singoli artisti chiedendo a Netflix di inserire la presa sulla serie, con gran parte della critica rivolta specificamente a Rasheeda Jones, l'attrice che è anche una produttrice del progetto.

Ad esempio, la performer di alto profilo Janice Griffith ha avuto molto da dire sulla sua frustrazione, in tweet quasi esattamente a un anno di distanza:

https://twitter.com/thejanicexxx/status/689134197705846784



https://twitter.com/thejanicexxx/status/824733918196690944

https://twitter.com/thejanicexxx/status/858773917216813056



Per quanto infiammatorie possano essere le sue parole, la rabbia di Griffith deriva daVolevano ragazze calde'S affermazioni paradossali di difendere le lavoratrici del sesso e allo stesso tempo spazzare via le loro legittime preoccupazioni in merito al consenso e alla privacy. La stessa Jones, il cui status di celebrità l'ha resa un parafulmine per le critiche, è stata probabilmente più sensibile alle lamentele della prostituta rispetto a Bauer o Gradus; in un'intervista con Tempo , ha ripetuto l'affermazione che il team di produzione aveva agito legalmente (prendendo le distanze dal 'controllo legale' dello spettacolo), sebbene si immedesimasse con lo 'shock e la frustrazione' di essere un attore la cui immagine era stata usata senza consenso o approvazione .

Tuttavia, in una recente conversazione con il Daily Dot, Paige afferma che l'uso della sua immagine è fondamentalmente diverso.

'Ci sono molti pericoli nel vedere la tua identità di prostituta smascherata', spiega l'attrice, pericoli che sono unici nel lavorare in un settore stigmatizzato. Nella quarta puntata diHGW: TO, Vengono visualizzati il ​​nome legale e il secondo nome di Paige. Entro una settimana dall'uscita dell'episodio, 'qualcuno [ha capito] il mio cognome e [ha fatto] ricerche approfondite su di me e su tutta la mia famiglia. Sono stati impegnati a spedire tutte le buste piene di foto di me del settore ... Qualche sconosciuto sa dove si trova tutta la mia famiglia. Non riesco a esprimere a parole quel tipo di paura e ansia. '

Infatti, mentre le donne in ogni settore devono affrontare livelli sproporzionati delle molestie online, le lavoratrici del sesso sono particolarmente vulnerabili ai fan aventi diritto il cui desiderio sessuale diventa ossessivo. Alcuni fan di porno gli artisti fanno fatica a capire perché la 'privacy' sia importante per qualcuno che compie atti sessuali davanti alla telecamera, ma per Paige, la distinzione tra la sua vita lavorativa e la sua vita personale è chiara e necessaria. “Il porno è un lavoro, non il mio stile di vita. Non sono la ragazza sullo schermo che sono a casa. ' I suoi parenti stretti sapevano del suo lavoro, ma la sua famiglia allargata no, cioè fino a quando le buste sessualmente esplicite non iniziarono a comparire.



Indipendentemente dal fatto che Gradus e Bauer avessero o meno i diritti legali di utilizzare il filmato che hanno girato con Paige, l'effetto di essere scoperto sulla sua vita personale è stato innegabile e tanto più doloroso a causa della sua riluttanza a essere coinvolta nel progetto nel primo posto. Quando il documentario originale è andato in onda, dice Paige, 'aveva iniziato a fare sul serio con Riley [Reynolds, ex fidanzato ed ex agente di Paige chi era nel documentario ]. Altre ragazze dell'agenzia mi dicevano quanto fosse imbarazzante, quindi non volevo vederlo. Non volevo che cambiasse i miei sentimenti per Riley. '

Quindi, quando i produttori hanno chiesto a Reynolds di coinvolgere Paige nelle riprese della serie successiva, lei era naturalmente preoccupata. 'Ho rifiutato per diversi mesi', spiega, ma l'insistenza del suo allora fidanzato l'ha portata a fissare un incontro con Bauer per discutere dei confini personali.

'Le ho detto quanto non volevo essere lì, che non volevo uno stile di vita come lui ... essere notato ovunque andasse.'Volevano ragazze caldeaveva reso Reynolds un volto noto al pubblico, e Paige espresse a Bauer “quanta ansia avevo di tenere la mia vita personale e la mia famiglia fuori da qualunque cosa avessimo filmato. Mi ha assicurato che non avrebbe oltrepassato i confini. ' Paige afferma anche che Bauer le ha detto che il progetto non sarebbe stato chiamatoVolevano ragazze calde: 'Hanno detto che non sapevano ancora come sarebbe stato chiamato.'

Alla domanda se ci fossero delle bandiere rosse durante le riprese, Paige descrive di aver spazzato via le sue preoccupazioni da Riley e dal team di produzione. 'Abbastanza rapidamente dopo che abbiamo iniziato le riprese, hanno iniziato a chiedere dei miei genitori e ho gentilmente ricordato loro che non volevo parlarne, ma hanno continuato a insistere.' Dopo ripetuti incidenti in cui Paige ha interrotto le riprese per ribadire i suoi limiti alla troupe cinematografica, alla fine ha chiesto a Reynolds di farla escludere dal progetto. 'Ha detto che se n'era preso cura [e] come mio agente mi fidavo di questo.'

Quando l'episodio con Reynolds e Paige è stato rilasciato alla fine di aprile (comprese le riprese del nome legale di Paige) il danno era fatto. Paige si è rivolta a Twitter per esprimere la sua frustrazione, poi ha appreso da un articolo online che Bauer e Gradus non si sono scusati per la violazione. La loro difesa - che Paige aveva firmato i moduli, che tutto era stato legale - significava poco per Paige.

'Penso che sia solo il loro modo di dire che non si preoccupano veramente di quello che hanno fatto o di chi hanno ferito', dice Paige, riferendosi sia al rilascio delle sue informazioni personali che agli artisti di Periscope che sono stati mostrare. 'Penso che sia solo una scusa per aiutarli a dormire la notte.'

Nel bel mezzo della frenesia dei media, Paige dice di 'aver avuto un piccolo contatto con le altre donne su Twitter condividendo post e simili', ma che per lo più 'ha cercato di rimanere offline'. Indipendentemente dal fatto che fosse o meno legalmente giustificato e che sia stato o meno per una TV eccezionale e acclamata dalla critica, l'uso della sua storia, della sua immagine e del suo nome ha avuto un grave impatto sulla sua vita personale.

'Se potessi dire loro una cosa, direi ... vergogna per te', afferma Paige. 'Da donna a donna, non lo fai.'

E ai suoi fan e alle persone nella sua vita che hanno visto le docuserie: 'Spero che tu pensi ancora a me lo stesso'.